Verso il riconoscimento dei delitti ambientali?

Sì, un piccolo passo verso la tutela dell’ambiente e del popolo inquinato. Come al solito per raggiungere i traguardi più seri e importanti ci vogliono mesi, ingiustizie, vittime, e ancora mesi, anni. La forza della collettività, la determinazione di chi ha paura, la testardaggine di chi ha subito e il buon senso dei cittadini. Così, tra…

Connessioni ecologiche sul Lambro

Scarsa biodiversità ed eccessiva urbanizzazione. Ma non solo la cementificazione incontrollata e le industrie costruite a scapito dei campi agricoli, anche i binari dell’Alta Velocità e i progetti della Tangenziale Est Esterna Milano (TEEM) minacciano le acque del fiume Lambro, l’ecologia e il territorio ad esso circostante. Non sono certo una novità la scarsa qualità…

Il caso Eternit non è reato ambientale

Da quanto ho capito, il giorno dopo la sentenza di annullamento della condanna per l’imprenditore svizzero Schmidheiny, nonché del risarcimento per i famigliari delle vittime, il reato è stato prescritto perché “non si può legare il disastro ambientale alle vittime”. Davvero? Non si può associare la morte di 2191 lavoratori degli stabilimenti Eternit, vittime del…

Chiediamo un tribunale per i reati ambientali?

The International Day for Disaster Reduction: oggi è la Giornata Internazionale per la Riduzione dei Disastri! Sapevate esistesse una ricorrenza simile? Nemmeno io. L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite l’ha istituita in occasione della Decade per la Riduzione dei Disastri Naturali (gli anni ’90) allo scopo di promuovere le iniziative per ridurre il rischio di catastrofi naturali.…

Chi inquina paga?

Mai dare nulla per scontato. Se chi rompe paga, chi inquina non paga. Domani è l’ultimo giorno in cui alla Camera si discute del decreto “Destinazione Italia”, sanatoria che prevede condono e finanziamenti pubblici per i responsabili dell’inquinamento di aree contaminate, volti a sostenere progetti di bonifica o messa in sicurezza. In pratica gli autori…